Segui Giuseppe Speziale sui Social Network

TC per Calcium Score Index: che cos’è? perché è importante?

A cura di:
Coordinatore nazionale della Cardiochirurgia di GVM Care & Research. Cardiochirurgo Specializzato nel trattamento Cardiochirurgico Mininvasivo e Nanoinvasivo della valvola mitrale.
TC per Calcium Score Index: che cos’è? perché è importante?

La prevenzione gioca un ruolo fondamentale nella lotta alle patologie del cuore e del sistema cardiovascolare. Oggi però con l’evoluzione della medicina predittiva è possibile prevedere un evento acuto come l’infarto prima ancora che si manifesti, grazie ad un innovativo esame TC senza mezzo di contrasto, la TC Calcium Score Index.
 
Si tratta di un esame non invasivo senza mezzo di contrasto che non richiede preparazione e in pochi minuti individua l’eventuale rischio, anche in una persona asintomatica, di essere soggetta a problemi coronarici nei successivi 5-10 anni. L’esame è altamente attendibile in quanto rintraccia e quantifica la presenza di calcificazioni nelle arterie che limitano l’afflusso di sangue ed ossigeno verso il cuore aumentando il rischio di patologie cardiovascolari severe, causa di infarto, cardiopatia, o morte improvvisa.
 
La carta del rischio cardiovascolare a livello scientifico si basa sull’analisi di precisi fattori predisponenti – glicemia elevata, colesterolemia, ipertensione arteriosa, abitudine al fumo, diabete, obesità  – dai quali viene ricavata una tabella percentuale sul rischio che viene così classificato: elevato, intermedio o basso. Queste categorie di pazienti hanno generalmente un rischio cardiovascolare intermedio, che, grazie alle informazioni fornite dalla TC Calcium Score Index, può essere riportato ad un livello di rischio più basso ed evitare quindi che la situazione peggiori e progredisca nella fascia di maggior pericolo.
 
La TC è consigliata a uomini al di sopra dei 40 anni, con precedenti episodi o problematiche cardiovascolari, a donne in menopausa, a soggetti con familiarità alle patologie cardiovascolari e a persone di età compresa fra i 45 e i 75 anni totalmente asintomatiche.
 

Su base statistica e personalizzata, il test predittivo riesce a calcolare, tramite il punteggio del Calcium Score Index, non solo il maggiore o minore rischio di un infarto, ma, in base al tipo di calcificazioni, si può anche risalire all’entità della placca aterosclerotica, potenziale responsabile di eventi acuti, come ictus e infarti. Se viene riscontrato un Calcium Score Index elevato è consigliato un test da sforzo, in base al quale valutare se è opportuno eseguire una coronarografia.



Per maggiori informazioni sul test scarica il pieghevole dedicato. 
 

Condividi questo articolo: